Crea sito

L’ex Teatro comunale di Firenze sarà demolito

Share

L’ex Teatro comunale di Firenze sarà demolito e nell’area saranno costruiti nuovi appartamenti. E’ ufficiale. “Al via il più importante intervento di rigenerazione urbana nel centro storico di Firenze per recuperare un contenitore vuoto e riqualificare in chiave contemporanea un intero isolato”. Così l’assessore all’Urbanistica Giovanni Bettarini ha annunciato l’adozione del piano di recupero dell’ex Teatro comunale. La delibera è stata approvata ieri dalla giunta di Palazzo Vecchio che ha adottato il piano di recupero su proposta dell’assessore Bettarini: confermata la vocazione residenziale dell’area con un 95% del totale e il restante 5% destinato ad attività direzionali e di servizio.

Il progetto di recupero prevede la demolizione della sala teatrale, compreso il ridotto e le numerose aggiunte realizzate nel tempo, che avevano completamente intasato l’isolato. È previsto il recupero di alcune porzioni esistenti, prevalentemente lungo Corso Italia e via Solferino, compresa la facciata principale del teatro vincolata. L’isolato sarà composto da tre nuovi edifici integrati con le porzioni da recuperare (intervento di restauro e risanamento conservativo). L’isolato sarà organizzato attorno al vecchio teatro mantenendo gli allineamenti urbani delle strade e degli edifici vicini e lasciando ampi varchi verso uno spazio di uso pubblico che attraversa l’isolato. All’interno, i nuovi edifici saranno articolati secondo diversi orientamenti pensati per valorizzare l’uso dello spazio aperto e mettere in relazione le diverse parti del complesso.

Si tratta dell’unica trasformazione nel centro storico che prevede una consistente demolizione e ricostruzione, con la riconfigurazione di un isolato coerente con l’area esistente e con un linguaggio architettonico contemporaneo. La superficie utile lorda massima è di 18 mila metri quadrati (rispetto al piano del 2012 che ne contava 21 mila metri quadrati), ma il piano ne insedia circa 15 mila.

Il percorso per arrivare all’adozione del piano di recupero parte nel 2015, quando i proprietari hanno avviato la presentazione alla direzione Urbanistica del Comune di Firenze della relativa documentazione. Sulla soluzione presentata, la direzione Urbanistica ha quindi avviato il percorso di coordinamento per arrivare alla definizione corretta del piano di recupero.

http://www.firenzetoday.it/cronaca/ex-teatro-comunale-demolizione-rinascita-progetto.html

Queste sono le belle notizie che ti danno fiducia

Share

globetheatre

Interessato al mondo della comunicazione e formazione in generale, (e in particolare al più importante mezzo di comunicazione di massa, come quello televisivo) nelle sue mille sfaccettature, in considerazione dell’importanza crescente che i processi di comunicazione acquisiscono nell'ambito della società moderna determinando così profondi cambiamenti nei modelli di comportamento e nelle relazioni sociali. Sono altresì interessato al processo di formazione dell'arte in una società tecnologicamente avanzata come la nostra, in cui la realtà virtuale è sempre più pressante e invadente. L’attività si sviluppa attraverso un’associazione che opera in continuità con la propria vocazione no profit e che incarna la vocazione alla partecipazione e alla ricerca presupposti irrinunciabili ai fini di una coerente ed efficace azione progettuale e una società dedicata alle componenti progettuali e gestionali dell’azione in campo culturale, e che consente una risposta più efficace e pertinente alla crescente domanda di un approccio imprenditoriale e di una visione aziendale nella gestione dei mercati culturali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

DISCLAIMER

Costituzione della Repubblica Italiana Art. 21: “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione”. Ai sensi della Legge 7 marzo 2001 n.62, il presente Sito, pur contenendo articoli non è in alcun modo da considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite sono nella maggior parte dei casi, tratte da internet; di conseguenza, chiunque dovesse ravvisare, in questo, la violazione di un qualche diritto d’autore, lo preghiamo di comunicarcelo e sarà immediatamente rimossa. Eventuali commenti dei lettori, infine, ritenuti da noi, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non saranno pubblicati soprattutto se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. In ogni caso la responsabilità del commento non è da attribuirsi all’autore di questo blog, A richiesta delle autorità il blog è tenuto a comunicare l’indirizzo IP di ogni eventuale diffamatore. Quindi chi scrive accetta le condizioni di responsabilità per ciò che scrive.