Crea sito

Il lupo simbolo di forza e di lealtà

Share

Bellissimo e cattivo

Il lupo, simbolo di forza e di lealtà. Bellissimo, cattivo solo se ascoltiamo i cappuccetti rossi che non sono bambini. Sono le parole gentili e suadenti, dietro alle quali si nascondono interessi di intelligenti manipolatori. La verità è altro dall’opinione, che non sempre corrisponde alla realtà. E’ pur vero che la verità si presta a mille interpretazioni. Ne puoi osservare ogni dettaglio, valutarne la particolarità, ma rimane sempre la tua personale esperienza, il tuo mondo. «La verità è come la poesia, e a nessuno frega niente della poesia» (frase in calce al film The Big Short, “ascoltata in un bar di Washington D.C.”).

Il lupo uomo, è da sempre uno degli spauracchi più temuti, oggi solo nella finzione cinematografica, nei secoli passati invece da intere popolazioni.

Gli uomini possono mutarsi in animali, pericolosi e temuti. Predatori. I compagni di Ulisse furono trasformati in maiali dalla maga Circe. Volendo, possiamo catturare i feroci predatori che fanno stragi nei villaggi degli uomini. Una volta, questo era considerato un’impresa di grande valore e il guerriero che ci riusciva era solito cibarsi delle carni dell’animale ucciso e indossarne le pelli, per ottenere la stesa forza e incutere più timore ai propri nemici. Oggi non più.

Er male der lupo manàro (detto anche panaro o mannaro)

È un malaccio accusì bboja che Ddio ne scampi ognuno. Pija de notte, quanno speciarmente piove e ffa ffreddo. Er poveretto che lo soffre, diventa tutto in d’un bòtto una bberva. Je s’allóngheno li capélli, e je créscheno l’ógna de le mano e de li piedi come si ffussi una bbèstiaccia. Se bbutta vicino a li pantani d’acqua, s’inzacchera de fanga, se mette a cure pe’ le strade, e urla come ’n addannato. Dio ne guardi incontra quarchiduno! Je s’affiara addosso e sse lo sbrama. E mmanco ggiova a ccure, perchè e’ llupo manaro cià ll’ale a li piedi: vóla come ’na spada!

Pe’ ssarvasse, bbasterebbe de ferillo in fronte e ffaje uscì’ quarche ggóccia de sangue: rimedio che lo fa gguarì’ in sur subbito. Oppuramente, intanto che lui ve cure appresso, salì’ quattro o ccinque scalini: ché llui bbisogna che vve pianti nun potènno salì ppiù de dua o ttre scalini ar massimo. Un antro rimedio sicuro de guarillo, è de metteje in mano una chiave femmina.

Er lupo manaro, appena s’incaja che je sta ppe’ ppijà’ er male, scappa da casa sua, e ssi ccià mmoje, je s’ariccommanna che nu’ j’opri casa, si pprima nun se sente chiamà’ a nnome da lui armanco tre vvorte, si nnó sse la sbrama. S’aricconteno tanti casi de moje sbramate da li lupi manari, perchè ppe’ ccompassione, je so’ ite a upri’ la porta de casa a la prima chiamata!

Share

globetheatre

Interessato al mondo della comunicazione e formazione in generale, (e in particolare al più importante mezzo di comunicazione di massa, come quello televisivo) nelle sue mille sfaccettature, in considerazione dell’importanza crescente che i processi di comunicazione acquisiscono nell'ambito della società moderna determinando così profondi cambiamenti nei modelli di comportamento e nelle relazioni sociali. Sono altresì interessato al processo di formazione dell'arte in una società tecnologicamente avanzata come la nostra, in cui la realtà virtuale è sempre più pressante e invadente. L’attività si sviluppa attraverso un’associazione che opera in continuità con la propria vocazione no profit e che incarna la vocazione alla partecipazione e alla ricerca presupposti irrinunciabili ai fini di una coerente ed efficace azione progettuale e una società dedicata alle componenti progettuali e gestionali dell’azione in campo culturale, e che consente una risposta più efficace e pertinente alla crescente domanda di un approccio imprenditoriale e di una visione aziendale nella gestione dei mercati culturali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

DISCLAIMER

Costituzione della Repubblica Italiana Art. 21: “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione”. Ai sensi della Legge 7 marzo 2001 n.62, il presente Sito, pur contenendo articoli non è in alcun modo da considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite sono nella maggior parte dei casi, tratte da internet; di conseguenza, chiunque dovesse ravvisare, in questo, la violazione di un qualche diritto d’autore, lo preghiamo di comunicarcelo e sarà immediatamente rimossa. Eventuali commenti dei lettori, infine, ritenuti da noi, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non saranno pubblicati soprattutto se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. In ogni caso la responsabilità del commento non è da attribuirsi all’autore di questo blog, A richiesta delle autorità il blog è tenuto a comunicare l’indirizzo IP di ogni eventuale diffamatore. Quindi chi scrive accetta le condizioni di responsabilità per ciò che scrive.